5F981AE79B41078FEDC22D3ABDAFE100
Il candidato a sindaco Nicola Cecere
Il candidato a sindaco Nicola Cecere

CAPODRISE - Il candidato a sindaco Nicola Cecere, in un post sulla sua pagina Facebook, risponde all’ennesima offesa che lo sfiduciato Vincenzo Negro ha diretto alla Grande coalizione per Capodrise. “Negro – afferma Cecere – la sua occasione l’ha avuto e l’ha sprecata. È stato il sindaco dal mandato più breve della storia di Capodrise e la sua caduta, come asserisce, non è imputabile alla mozione di sfiducia, espressione democratica del Consiglio comunale; piuttosto, alla fiducia che aveva e che ha tradito. Così come ha tradito il progetto civico in cui tanti di noi hanno creduto. 

“Siamo stanchi della doppia morale”

In meno di due anni, ha frenato ogni slancio sociale, ha bloccato ogni confronto sui temi; ha ridotto il dialogo in rissa; ha trasformato amici, alleati e avversari in nemici da abbattere. Negro – aggiunge il candidato a sindaco – definisce “miscuglio politico” movimenti e partiti che nel passato, lontano e recente, lo hanno sostenuto con lealtà, la cui unica “colpa”, oggi, è di voler mantenere le promesse che lui ha disatteso. Siamo stanchi della doppia morale!

grande coalizione capodrise
La Grande Coalizione per Capodrise

La difesa della Grande Coalizione

Quando tante forze decidono di stare insieme e di collaborare, non lo fanno solo per vincere le elezioni, ma per dare un presente e un futuro ai giovani, alle famiglie, alle persone in difficoltà, e nuove opportunità ai professionisti, ai commercianti, a chi fa impresa e crea lavoro vero. Quel “miscuglio politico” è formato da donne e uomini liberi, che intendono recuperare la pace sociale lacerata da scelte umane, prima che amministrative. Se tanti sono dalla stessa parte e quella parte non è la sua, una domanda, se fossi in lui, me la farei”. Poi, Cecere conclude: “Intendo condurre una campagna elettorale sui contenuti e sulle soluzioni ai problemi lasciati irrisolti; spero di non dover più rispondere a simili provocazioni. Capodrise merita di più!”.