5F981AE79B41078FEDC22D3ABDAFE100

CASERTA - La Giunta Comunale ha approvato una delibera con la quale viene istituita la Zona a Traffico Limitato (ZTL) in via sperimentale a Vaccheria e a San Leucio. I varchi di accesso alla Ztl saranno tre, con l’obiettivo di limitare, durante determinati periodi dell’anno e in una fascia oraria prestabilita, il flusso eccessivo di veicoli nei due Borghi storici della città di Caserta.

La data di partenza e gli orari

Nel dettaglio, si partirà il prossimo 15 maggio per quel che concerne il varco collocato in Via Vaccheria a San Leucio, all’altezza del civico 35, ovvero nelle immediate vicinanze della salita che conduce al Belvedere di San Leucio. Il varco sarà attivo dal 15 maggio al 15 ottobre, tutti i giorni, dalle ore 19 alle ore 6 del mattino successivo. Sempre dal 15 maggio al 15 ottobre, tutti i giorni, dalle 19 alle 6 del giorno seguente, sarà attiva la Ztl nel varco di Via Cappuccio, ovvero presso la porta d’accesso alla Vaccheria, la strada che conduce a Piazza Madonna delle Grazie.

Verrà attivato il 1° luglio, invece, il varco di Via Antonio Planelli, ovvero la strada che a San Leucio collega Piazza della Seta allo Scalone Monumentale del Belvedere di San Leucio. Il varco sarà attivo fino al 31 agosto il sabato, la domenica e nei giorni festivi infrasettimanali, dalle ore 20 alle ore 3. In caso di eventi programmati presso il Belvedere di San Leucio, il Comune si riserva la facoltà di attivare il varco, consentendo il passaggio solo ai mezzi autorizzati dalla Polizia Locale.

traffico

Le dichiarazioni

“Con questo provvedimento di carattere sperimentale – ha spiegato il Vicesindaco e Assessore alla Mobilità, Emiliano Casale – risolviamo un’annosa questione che riguardava in special modo i residenti della Vaccheria che, soprattutto nel periodo estivo, subivano le conseguenze della malamovida, che spesso li costringeva a non poter vivere in tranquillità e a riposare. L’Amministrazione è corsa ai ripari, e ha deciso di agire anche a tutela del Real Sito di San Leucio. In questo caso, abbiamo voluto limitare la Ztl solo al week-end e ai giorni festivi infrasettimanali per non applicare eccessive restrizioni. Con l’attivazione di questi varchi raggiungiamo diversi obiettivi: tutelare il diritto alla quiete dei residenti, soprattutto di Vaccheria, salvaguardare i nostri beni storico-artistici e potenziare il piano di mobilità sostenibile, limitando il traffico veicolare”.

“Avevamo a cuore – ha dichiarato l’Assessore al Traffico e alla Viabilità, Massimiliano Marzo – il superamento del problema legato ai disagi patiti dai residenti della zona, che erano costretti a subire gli schiamazzi, soprattutto nel periodo estivo. Con questa delibera superiamo il problema e proseguiamo nella nostra azione volta a migliorare la qualità della vita in ogni quartiere. La Ztl a Vaccheria e a San Leucio è anche uno strumento di tutela del patrimonio culturale del Real Sito e del quartiere borbonico di Vaccheria e dimostra il costante impegno di questa Amministrazione nel perseguire il benessere dei cittadini”.

“Abbiamo svolto un duro lavoro, – ha aggiunto il Consigliere comunale di zona, Donato Tenga – confrontandoci costantemente e in maniera costruttiva con i residenti, soprattutto di Vaccheria, e arrivando alla fine all’approvazione della delibera in Giunta e all’istituzione della Ztl. Insieme al Vicesindaco Emiliano Casale ci siamo impegnati con convinzione, riuscendo a raggiungere l’obiettivo che ci eravamo prefissati: garantire il diritto alla tranquillità e al riposo degli abitanti della Vaccheria”.