I proiettili esplosi a San Cipriano
I proiettili esplosi a San Cipriano

SAN CIPRIANO D'AVERSA - Ancora spari nell'agro aversano: nella notte fra 10 e 11 giugno in via Ovidio a San Cipriano d'Aversa, ignoti hanno esploso in aria colpi che hanno colpito di striscio l'abitazione di una signora. 

Spari nella notte contro abitazione privata: terzo episodio in pochi giorni

Indagano i carabinieri per verificare la natura del raid. Si tratta infatti del terzo episodio in pochi giorni. Il primo in piazza mercato a Casal di Principe, poi un secondo raid in via Bologna, contro l'abitazione dei figli del boss Francesco Sandokan Schiavone. 

I proiettili esplosi in via Ovidio a San Cipriano d'Aversa: indagano i carabinieri per verificare la natura del raid

I carabinieri stanno indagando: non è chiaro se si tratti di episodi collegati o meno. Gli investigatori hanno analizzato i proiettili, tutti di calibro di verso: 9 e 9x21 a Casale, 7,65 a San Cipriano. Difficile al momento stabilire una connessione fra i vari casi, ma servirà del tempo per fare chiarezza sulla vicenda. 

Santillo (M5S): secondo episodio in pochi giorni, governo intervenga in maniera perentoria

"Giungono notizie molto preoccupanti dall’agro aversano, questa volta a San Cipriano d’Aversa, dove i carabinieri hanno rinvenuto dei bossoli in strada, nei pressi dell’abitazione di un esponente del clan dei Casalesi. È il secondo episodio a distanza di pochi giorni: lo scorso 8 giugno furono esplosi sempre dei colpi d’arma da fuoco in pieno centro. Si tratta di un segnale estremamente preoccupante per i cittadini della zona, che giustamente temono una nuova ondata di violenza ad opera del cartello dei casalesi.

Credo che il governo, con il ministro Piantedosi, debba intervenire in maniera perentoria per garantire l’incolumità dei cittadini e stroncare ogni eventuale pericolo di escalation tra gruppi rivali. Sono certo che le forze dell’ordine e la magistratura, che ringrazio, sapranno appurare al più presto la matrice di questi episodi. Nel frattempo il governo deve alzare in maniera risoluta il livello di allerta” - dichiara Agostino Santillo, vicepresidente del gruppo M5S alla Camera dei deputati.