CASALUCE – Arriva la condanna per un 50enne di Casaluce accusato di maltrattamenti e lesioni gravi ai danni dell’ex convivente. Il Gup Silvia Marini del Tribunale di Ferrara ha condannato l’uomo a tre anni ed otto mesi di reclusione.

La sentenza

La sentenza è frutto delle risultanze del processo dal quale è emerso che l’uomo avrebbe ripetuto queste violenze per ben otto anni, dal 2014 al settembre 2022, maltrattando l’ex compagna di 43 anni davanti alla figlia minore di 7 anni. 

I maltrattamenti

Il 50enne colpiva la donna con calci e pugni anche quando era incinta di un bambino nato poi nel 2015. Nei vari episodi le lanciava contro oggetti contundenti, minacciandola ed insultandola con epiteti di ogni genere. Nel 2022 la donna trovava il coraggio di denunciare tutto mettendo fine alle sue vessazioni.