5F981AE79B41078FEDC22D3ABDAFE100
La Questura
La Questura

GRAZZANISE - Il Questore di Caserta ha emesso 4 “dacur”, provvedimento che impone il divieto di accesso alle aree urbane, anche conosciuto come “daspo urbano”.

Nello scorso mese di agosto, nel comune di Grazzanise, è scoppiata una rissa tra giovani, che, per la violenza delle condotte, ha generato una situazione di pericolo per i numerosi presenti che in quel momento affollavano le vie del centro, luogo della “movida”.

Scoppia rissa nella movida: 4 giovani colpiti da daspo urbano a Grazzanise

L’attività istruttoria, svolta dalla Divisione Anticrimine della Questura di Caserta, su segnalazione dei Carabinieri di Grazzanise, ha consentito al Questore, Andrea Grassi, di emettere nei confronti di quattro giovani, di cui uno minorenne, il provvedimento amministrativo che vieta l’accesso e lo stazionamento nelle vicinanze di esercizi pubblici presenti nella zona centrale del comune di Grazzanise, per la durata di due anni.

I responsabili non potranno avvicinarsi e fermarsi davanti agli esercizi pubblici 

Il dacur (divieto d'accesso alle aree urbane) meglio conosciuto come “Daspo Willy”, è l'ultima misura di prevenzione introdotta dal legislatore per arginare l'aumento delle aggressioni e dei delitti, quali furti e rapine, commessi da gruppi di giovani e giovanissimi, spesso ancora minori, nei confronti di altrettanto. 

L’autore può essere allontanato per un periodo fino a due anni, non da un solo locale o pubblico esercizio, ma da un’intera area della città, se quella è l’area in cui si ritrova abitualmente il gruppo che frequenta o in cui vengono commessi i delitti che, come sopra indicato, spesso sono di natura predatoria, anche se altrettanto facilmente può trattarsi di vere e proprie aggressioni alla persona.