MADDALONI - La Fiat 500X che si aggirava tra via Forche Caudine e via Ficucella ha subito attirato l’attenzione della pattuglia del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Maddaloni, impegnata, la notte scorsa, in un servizio di controllo del territorio in quel centro cittadino.

Il breve inseguimento

Solo pochi giorni fa, infatti, l’auto era stata fermata per un controllo e il conducente, un 21enne del napoletano, era stato denunciato in stato di libertà per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti poiché trovato in possesso di numerose dosi di crack e hashish. Questa volta il 21enne, accortosi che i militari dell’Arma stavano per intimargli nuovamente l’alt, ha accelerato pericolosamente la marcia e ha tentato di scappare. La sua fuga però è terminata dopo un breve inseguimento conclusosi all’interno di un autolavaggio di via Forche Caudine, dove i carabinieri hanno bloccato l’auto in sicurezza.

La perquisizione e l'arresto

All’interno del mezzo sono stati subito identificati, alla guida, il 21enne già noto e sul sedile del passeggero un 17enne della provincia di Napoli. Il fare nervoso e intollerante dei due ha indotto i militari ad approfondire il controllo attraverso una perquisizione personale e veicolare che ha consentito di rinvenire e sequestrare, in possesso del 17enne, 3 buste in cellophane contenenti 36 dosi di cocaina, 12 dosi di crack e 345,00 euro in contanti suddivisi in banconote di vario taglio.

I giovani sono stati accompagnati in caserma dove, dopo le formalità di rito, per il minore, di concerto con il Pubblico Ministero della Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Napoli, è scattato l’arresto e, per il 21enne, a soli cinque giorni di distanza dalla prima, una nuova denuncia in stato di libertà. Entrambi dovranno rispondere di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Il 17enne è stato accompagnato presso centro di accoglienza per minori di Napoli Colli Aminei.