TEANO – Dovrà comparire davanti al giudice mercoledì 5 giugno Vicol Ciprian il 23enne di Riardo accusato di aver ucciso con un colpo di fucile la fidanzata Francesca Compagnone di Teano. L’udienza servirà a decidere la formula del processo.

Ciprian infatti attraverso i suoi legali ha chiesto il rito abbreviato, una formula che consente uno sconto di pensa maggiore. La decisione spetta ora al giudice. 

L'arresto di Ciprian

All’inizio si pensò ad un incidente, ma poi gli altri riscontri portarono all’arresto di Ciprian a 17 mesi dal delitto con l’accusa di omicidio volontario. La ricostruzione del delitto

La dinamica del delitto

La tragedia si verificò la notte del 26 ottobre 2022 intorno alle 22:30. Francesca e Vicol si trovavano nella camera da letto di lei nella villetta della famiglia Compagnone. Il 23enne prese il fucile, di proprietà del padre della vittima, ed iniziò a provarlo. Improvvisamente partì un colpo che colpì in pieno viso Francesco che si trovava ad una distanza di meno di 50 centimetri. Per lei non ci fu nulla da fare.