5F981AE79B41078FEDC22D3ABDAFE100
Il presidente Cantile e Luigi Conte
Il presidente Cantile e Luigi Conte

SAN MARCELLINO - Nei giorni scorsi, la località di San Marcellino ha reso omaggio al maestro pasticciere Luigi Conte, conferendogli un prestigioso riconoscimento per il suo straordinario contributo nel mondo della pasticceria, in particolare per la creazione del suo celebre Panbusciò. L’evento è stato organizzato dall’Associazione Culturale Carmine Adamo, evidenziando il legame profondo che Conte ha mantenuto con la sua città natale nonostante il successo nazionale e internazionale che ha raggiunto.

La storia di Luigi Conte

La storia di Luigi Conte è strettamente intrecciata con San Marcellino. Negli anni ’90, la sua famiglia gestiva una rinomata pasticceria nel cuore della cittadina, contribuendo alla sua reputazione culinaria locale. Successivamente, l’attività è stata trasferita nella vicina cittadina di Carinaro come “Vanily Patisserie” e qui il maestro pasticciere ha lanciato il suo oramai celebre PanBusciò, ottenendo premi e riconoscimenti nazionali e internazionali. Il Panbusciò è un dolce innovativo, creato con ingredienti genuini e di alta qualità, tra cui babà, amarene, crema e mandorle tostate. La sua unicità e qualità artigianale lo hanno reso un simbolo gastronomico sia a livello locale che internazionale. Nonostante il trasferimento a Carinaro, Conte ha mantenuto un forte legame affettivo con San Marcellino, portando sempre con sé il nome della sua città natale nei suoi successi globali e mettendosi sempre a disposizione della comunità sanmarcellinese.

Luigi conte
Il maestro pasticciere Luigi Conte

Il riconoscimento

Il riconoscimento conferitogli dall’Associazione Culturale Carmine Adamo nella persona del presidente, il professore Ettore Cantile, e dalle autorità locali di San Marcellino nella pesona del presidente del Consiglio Comunale Bruno Diomaiuta, è stato motivato dall’eccezionale talento e dall’eccellenza dimostrati da Conte nella creazione del Panbusciò. La targa consegnata al maestro pasticciere recita: “Riconoscimento allo chef di Pasticceria, eccellenza del nostro territorio, per il suo Panbusciò“. Questa frase sottolinea il grande orgoglio che la comunità locale prova nei confronti di Conte e del suo straordinario contributo alla valorizzazione delle tradizioni culinarie del territorio. Luigi Conte continua a essere un punto di riferimento nel mondo della pasticceria, ispirando con la sua creatività e il suo impegno. Il suo Panbusciò, con i suoi sapori unici e la sua qualità artigianale, continua a conquistare il palato di chiunque lo assaggi, confermando il suo status di icona gastronomica sia a livello locale che internazionale.