5F981AE79B41078FEDC22D3ABDAFE100
L'operazione dei carabinieri
L'operazione dei carabinieri

AVERSA - Ladro d'auto sorpreso ed arrestato dai carabinieri. Il 57enne del napoletano, già noto alle forze dell’ordine, è stato bloccato nella tarda mattinata odierna in via San Lorenzo, ad Aversa, dai carabinieri della Sezione Operativa della Compagnia di Marcianise che, in transito in zona, hanno assistito al furto dell’auto, intervenendo nell’immediato.

Beccato a rubare un'auto, 57enne denunciato dai carabinieri 

L’uomo, dopo aver scelto l’auto da rubare, e pensando di non essere visto, con un movimento fulmineo aveva aperto la portiera con una chiave universale. Dopo essere salito a bordo aveva avviato il motore della Alfa Romeo Giulietta con un dispositivo elettronico collegato alla centralina e stava cercando di allontanarsi.

L'uomo è stato bloccato dai militari in via San Lorenzo: è già noto alle forze dell’ordine

Con grande stupore però ha trovato i carabinieri a sbarrargli la strada. La successiva perquisizione personale e domiciliare ha consentito di rinvenire, nella sua disponibilità, attrezzatura professionale per l’apertura e la manomissione delle auto, tutta di provenienza illecita, tra cui 53 cilindretti di avviamento autovetture, 3 blocchi di avviamento, 1 chiavino universale artigianale, 15 telecomandi, 34 chiavi di auto, 4 chiavi antifurto, 5 centraline, 3 blocchi elettronici, vari documenti di identità appartenenti vittime di furti di auto.

Tutto il materiale rinvenuto è stato sottoposto a sequestro penale. Il 57enne è stato arrestato e accompagnato ai domiciliari a disposizione della competente autorità giudiziaria. Dovrà rispondere di furto con violenza sulle cose.

Furti auto, in Italia è boom: vengono rubate oltre 10.000 vetture al mese

In Italia il 2022 ha fatto registrare una forte accelerazione per i furti di veicoli con una crescita del 18% rispetto all’anno precedente e oltre 123.000 mezzi rubati. Un aumento che, secondo quanto riportato nel “Dossier sui furti di veicoli”, elaborato da LoJack Italia, non si vedeva da più di 10 anni. La società leader nelle soluzioni telematiche per l’automotive e nel recupero dei veicoli rubati, ha raccolto e analizzato i dati forniti dal ministero dell’Interno e li ha integrati con quelli provenienti da elaborazioni e report nazionali ed esteri sul fenomeno.

 L’incremento delle azioni criminose non ha risparmiato nessuna categoria di veicoli, dalle auto ai motocicli fino ai mezzi pesanti, situazione peraltro aggravata da una percentuale di ritrovamenti che, pur se in lieve risalita, resta al 40%. Inoltre, se la denuncia e la relativa ricerca vengono avviate con ritardo e il mezzo non dispone di adeguata tecnologia per la localizzazione, le percentuali di recupero si riducono drasticamente.