La polizia stradale
La polizia stradale

CASERTA - La Polizia di Stato di Caserta ha arrestato due campani, classe 1991 e 1998, ritenuti di aver truffato una donna di 91 anni residente nelle Marche.

Il controllo in autostrada

Nel corso del pattugliamento dell’autostrada A1, la Polizia Stradale ha controllato, all’altezza dell’uscita di Caserta Nord, un veicolo che viaggiava in direzione sud con una condotta di guida pericolosa. Controllati gli occupanti, sono stati trovati in possesso di oltre 6000 euro in contanti, nascosti nelle mutande di uno dei due, di cui non erano in grado di fornire spiegazioni.

La truffa

Gli accertamenti hanno consentito di risalire ad una truffa messa in atto la stessa mattina nella città di Porto San Giorgio, in provincia di Fermo, dove un'anziana di 91 anni era stata raggiunta dalla telefonata di una persona, presentatasi come “Carabiniere”, che le aveva comunicato del coinvolgimento della figlia in un grave incidente stradale. Intimorita dal racconto, la donna ha consegnato tutti i contanti di cui era in possesso ad un collaboratore del finto “Carabiniere”, al fine di evitarne l’arresto. Grazie alla collaborazione dei poliziotti della Questura di Fermo, intervenuti nel corso della stessa mattinata per soccorrere la persona che, preoccupata per le condizioni della figlia, è stata colta da malore, sono state avviate le indagini, che hanno consentito di individuare la vettura a bordo della quale i due viaggiavano.

I due soggetti sono stati arrestati per truffa aggravata ed associati alla Casa Circondariale di S. Maria Capua Vetere, mentre il denaro è stato sequestrato, in attesa della restituzione all’avente diritto.