CAPUA - Da qualche settimana ha preso il via il nuovo anno scolastico 2023/2024; le famiglie si sono trovate a dover fronteggiare già spese degli accessori scolastici e dei costi di trasporto.  Ulteriore esigenza è quella di poter disporre, al più presto, dei libri di testo, per seguire le lezioni e non rallentare i programmi scolastici previsti. Il consigliere comunale Fernando Brogna lamenta la mancata distribuzione dei buoni libro.

“L'istruzione è un diritto per i nostri giovani ed è un dovere per le Istituzioni favorirne la tutela e l'esercizio. Ogni studente – dice Brogna -  che ne abbia diritto deve essere messo in grado di poter affrontare l'anno scolastico munito dei testi necessari per l'apprendimento e la conoscenza.

Ad oggi, la maggior parte degli studenti capuani sono sprovvisti dei libri di testo in quanto ancora non sono stati distribuiti i buoni libro o voucher, come nell'accezione moderna del termine, nonostante le scuole siano iniziate da più giorni ed i docenti, a ragion veduta, abbiano l'esigenza di andare avanti con i programmi scolastici.

L'amministrazione di centro sinistra capuana, come da più anni, si dimostra poco attenta su questa problematica trascurando un sacrosanto diritto di tanti studenti così come indifferente ai tanti problemi della città. In questo momento di grande e dignitosa sofferenza di tante famiglie sarebbe stato più giusto ed utile mettere da parte slogan propagandistici e convegni e dedicarsi in modo concreto al futuro dei nostri giovani”