MARCIANISE – E’ crisi di maggioranza a Marcianise. Il consigliere comunale Giandomenico Colella ieri ha protocollato una dichiarazione di indipendenza dal gruppo “Per Marcianise”, che fa riferimento al deputato della Lega Gianpiero Zinzi, e quindi dalla maggioranza del sindaco Trombetta. Colella quindi ragionerà come indipendente e questo crea non pochi problemi al primo cittadino che ora può contare su una maggioranza, solo nominale non più numerica, di 12 consiglieri.

Tornando a Colella c’è da dire che ha dovuto mandare giù in questo periodo diversi bocconi amari: primo fra tutti la mancata nomina a presidente del consiglio. Colella era stato indicato come il naturale candidato, salvo poi essere sostituito da Antimo Zarrillo, parente di Zinzi. C’è poi la vicenda di Pasquale Tartaglione, la revoca e poi la rinomina di Golino quale assessore. Insomma troppa confusione e poca considerazione per un consigliere, Colella, che ha portato un contributo importante per la vittoria di misura di Trombetta.

Secondo alcune indiscrezioni però Colella sarebbe in contatto con esponenti dell’altra sponda politica. A detta di alcuni rumors infatti parlano di un incontro tra Colella, il consigliere regionale Giovanni Zannini e Nicola Russo, presidente della commissione Ambiente a Marcianise, eletto anche con il voto di Colella.