5F981AE79B41078FEDC22D3ABDAFE100
Vertice in Prefettura
Vertice in Prefettura

CASERTA – Questa mattina il Prefetto di Caserta, Giuseppe Castaldo, ha presieduto, presso il Palazzo del Governo, una riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica dedicata al territorio della provincia, anche a seguito di alcuni recenti episodi di furti nel Casertano sui quali sono in corso indagini da parte delle Forze di Polizia. Un vertice per far fronte all'emergenza furti che riguarda Terra di Lavoro. 

Emergenza furti nel Casertano: c'è il vertice in Prefettura

All’incontro hanno partecipato il Sindaco di Caserta, Carlo Marino, il Vice Presidente della Provincia, Olga Diana, il Presidente della Camera di Commercio, Tommaso De Simone, il Questore, Andrea Grassi, e i Comandanti provinciali dell’Arma dei Carabinieri, il colonnello Manuel Scarso e della Guardia di Finanza, colonnello Nicola Sportelli. 

E’ stata effettuata una valutazione dell’andamento della delittuosità in provincia, a partire dal numero complessivo di reati raffrontato alla popolazione residente, da cui è emerso un trend in lieve aumento per i reati predatori, in linea con l’andamento nazionale.

Riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica: più controlli e telecamere

E’ emerso che la concentrazione di reati avviene soprattutto nelle aree sprovviste di telecamere e scarsamente illuminate. Da qui, l’obiettivo di implementare il “sistema sicurezza” integrando la rete della videosorveglianza – spesso rivelatasi decisiva nelle indagini condotte dalle Forze di Polizia per l’individuazione degli autori dei reati – con quella della pubblica illuminazione, attraverso la realizzazione di nuovi impianti e l’efficientamento di quelli esistenti, per innalzare i livelli di sicurezza del territorio in chiave preventiva e repressiva.

Per rafforzare la “rete” della videosorveglianza, si intende anche dare attuazione, a livello provinciale, ai contenuti “Protocollo quadro video-allarme antirapina” firmato il 22 febbraio scorso dal Ministro dell’Interno con i referenti nazionali di Confcommercio e Confesercenti, per garantire standard più elevati di sicurezza agli esercizi commerciali e alle imprese grazie al collegamento dei sistemi di video-allarme con le sale operative delle Forze di polizia, che consentirà, in caso di allarme, di trasmettere in tempo reale il flusso telematico dei dati. 

Previsti incentivi per le impese che aderiranno al video-allarme antirapina

Sul tema, il Presidente della Camera di Commercio ha assicurato l’impegno a predisporre a breve un bando con la previsione di contributi e meccanismi premiali per le imprese che aderiranno all’intesa, a partire ai settori più a rischio come quelli dei tabaccai, delle farmacie, dei distributori di carburanti. A tal fine, dalla prossima settimana saranno avviati contatti con i rappresentanti locali delle Associazioni di categoria per dare concreta attuazione ai contenuti dell’Accordo.

Tra le linee di intervento definite nel corso dell’incontro è stata disposta, inoltre, l’intensificazione generale dell’attività di prevenzione e controllo del territorio, attraverso servizi mirati, dinamici e diffusi, sugli obiettivi sensibili inseriti nel “Piano Coordinato di Controllo del Territorio” e nelle fasce orarie più interessate da fenomeni criminosi, con l’impiego delle unità territoriali delle Forze di polizia.