VAIRANO PATENORA – E’ stata emessa la sentenza nel processo sull’omicidio dell’artigiano di Vairano Patenora Rino Pezzullo. Il gup del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere Alessio Stadio ha condannato la compagna di Pezzullo, Rosanna Oliviero, ad otto anni di carcere

La tesi della Procura

La Procura ha ricostruito i fatti che portarono alla morte del Pezzullo. Quella sera del 12 giugno 2023 dopo un’accesa lite iniziata prima per strada in auto e poi proseguita a casa, la Oliviero avrebbe colpito violentemente il Pezzullo alla testa mandandolo in coma. L’artigiano è morto poi dopo alcuni giorni in ospedale. La Oliviero dal canto sua si è sempre dichiarata innocente affermando di non aver mai colpito il compagno.

L'esame autoptico

L’esame autoptico eseguito sul corpo del Pezzullo ha però evidenziato la presenza di numerose ecchimosi, attribuendo il decesso ad una grave lesione cranica causata da un colpo violento al capo compatibile però anche con una caduta. Alla fine però il giudice ha accolto la tesi della Procura sul colpo violento condannando la donna.