5F981AE79B41078FEDC22D3ABDAFE100
L'arresto dei carabinieri
L'arresto dei carabinieri

SAN CIPRIANO D'AVERSA - Non ha resistito alla tentazione e così è evaso dagli arresti domiciliari a cui era stato sottoposto nel pomeriggio di ieri. Il 35enne romeno era stato arrestato dai carabinieri della locale Stazione insieme ad un suo connazionale, mentre, in via Circumvallazione a San Cipriano d’Aversa, stavano incendiando rifiuti plastici e di lavorazione industriale nei pressi del locale Liceo Scientifico Statale "Gino Segre".

Evade dai domiciliari e tenta la fuga in treno: 35enne arrestato in stazione

I militari dell’Arma, nel corso del controllo eseguito nella tarda serata di ieri presso l’abitazione in cui l’uomo era stato ristretto, si sono accorti della sua fuga, avviando, nell’immediato, le sue ricerche. Il fuggitivo, che aveva tutta l’intenzione di far perdere le proprie tracce lasciando il territorio in treno, è stato rintracciato e bloccato nella mattinata odierna presso lo scalo ferroviario di Villa Literno.

L'uomo è stato accompagnato in caserma e poi in carcere

Accompagnato in caserma è stato arrestato e posto a disposizione della competente autorità giudiziaria che, nel convalidare l’arresto, ne ha disposto la detenzione in carcere.
Il 35enne è stato tradotto presso la casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere.

L'incendio dei rifiuti nei pressi del liceo Scientifico "Gino Segre".

Catturato ieri mentre incendiava rifiuti plastici vicino al liceo “Gino Segre”: ecco l'articolo

Avevano appiccato un rogo di rifiuti a pochi passi dal Liceo Scientifico Statale "Gino Segre", a San Cipriano d’Aversa, nel casertano, e pensavano di potersi allontanare indisturbati.
I due rumeni, un 58nne e un 35enne, entrambi residenti nel casertano, sono stati sorpresi ed arrestati dai carabinieri della Compagnia di Casal di Principe nel corso di un mirato servizio interprovinciale di contrasto dei roghi di rifiuti e alle condotte illecite connesse con la cosiddetta "Terra dei Fuochi". Dovranno rispondere di combustione illecita di rifiuti e materiali pericolosi.


È accaduto nel pomeriggio odierno in via Circumvallazione, quando i carabinieri hanno notato la colonna di fumo che li ha portati sino al luogo dell’incendio, dove hanno sorpreso i due mentre erano ancora intenti a dare alle fiamme rifiuti plastici e di lavorazione industriale.
Sul posto i militari hanno richiesto l’immediato intervento di una squadra dei Vigili del Fuoco del Distaccamento di Aversa che ha provveduto a domare le fiamme.
Gli arrestati, dopo le formalità di rito, sono stati ristretti ai domiciliari, a disposizione della competente autorità giudiziaria.