CASTEL VOLTURNO – E’ stato assolto C.A., un 25enne di Castel Volturno, accusato di violenza sessuale nei confronti della cugina minorenne. La nona sezione del Tribunale di Napoli ha assolto l’imputato perché il fatto non sussiste.

L'accusa

Stando all’accusa, il 25enne nel 2017 avrebbe abusato della cugina di 14 anni mentre si trovava a Napoli nella casa dello zio. Dapprima il ragazzo, all’epoca anche lui minorenne, si sarebbe infilato nel letto della cugina iniziando a toccarla e baciarla e poi, dopo averla condotta in bagno, l’avrebbe costretta ad un rapporto orale, minacciandola poi di non dire nulla di quanto avvenuto. 

La denuncia scattò tre anni dopo nel 2020 quando per alcuni svenimenti la ragazza venne portata in ospedale ed in seguito a controlli fu scoperto un disturbo da conversione scaturito da violenze sessuali precedenti. Da qui partirono le indagini.

Ritenuta valida la tesi della difesa

Nel corso del procedimento, la difesa è riuscita a sottolineare alcune incongruenze nel racconto della ragazza, parlando inoltre di una relazione tra cugini minorenni a cui avrebbero fatto seguito gli atti sessuali. La tesi è stata accolta dal giudice che ha assolto il giovane. La Procura aveva chiesto la condanna a 5 anni e 2 mesi di reclusione.