L'arresto dei carabinieri
L'arresto dei carabinieri

SANTA MARIA CAPUA VETERE - Ancora marmittari in azione in provincia di Caserta. Questa volta le indagine serrate e capillari dei carabinieri, hanno permesso di beccare un marmittaro partenopeo che agiva e metteva a segno colpi nel Casertano. 

Marmittaro arrestato dai carabinieri: l'uomo è accusato anche di rapina

Nelle prime ore della mattina del 6 giugno 2024, i Carabinieri della Stazione di Santa Maria Capua Vetere hanno dato esecuzione ad un’ordinanza applicativa della misura cautelare degli arresti domiciliari, emessa dall’Ufficio G.I.P. del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere su richiesta di Questa Procura della Repubblica, nei confronti di un 33enne, residente a Napoli, indagato in ordine al reato di rapina in concorso e furto aggravato in concorso.

Il blitz dell'Arma
Le indagini dei carabinieri di Santa Maria Capua Vetere

Il 33enne era diventato l'incubo delle auto: ha rubato tre catalizzatori da veicoli parcheggiati a Santa Maria Capua Vetere

Il citato provvedimento recepisce gli esiti di un’attività d’indagine condotta dalla Stazione Carabinieri di Santa Maria Capua Vetere e coordinata da questa Procura della Repubblica, che ha consentito di riscontrare come il predetto, in concorso con altri due soggetti, mediante l’uso di minaccia nei confronti delle vittime è usando violenza sulle cose, nei mesi di settembre e ottobre 2023, aveva, in tre distinte occasioni, asportato altrettanti catalizzatori da autovetture parcheggiate nella pubblica via a Santa Maria Capua Vetere.

Si precisa che il procedimento si trova nella fase delle indagini preliminari, che l’odierno indagato è da ritenersi innocente fino a sentenza definitiva e che la misura cautelare è stata adottata senza il contraddittorio che avverrà innanzi al Giudice terzo che potrà anche valutare l’assenza di ogni forma di responsabilità in capo all’indagato.