SANTA MARIA A VICO - Dopo meno di 24 ore dalla presentazione della denuncia da parte del parroco della parrocchia di San Nicola Magno, a Santa Maria a Vico, nel casertano, i carabinieri della locale Stazione hanno identificato e denunciato, in stato di libertà, le tre persone che nella tarda serata del 6 aprile scorso, attraverso l’utilizzo di una bomboletta di vernice spray di colore nero, imbrattarono con la scritta “i drogati non li vogliamo” il muro esterno della chiesa deturpando alcune pietre monumentali risalenti al 1600.

Le indagini

Gli immediati accertamenti, eseguiti dai militari dell’Arma attraverso l’analisi dei filmati estratti dalle telecamere installate nei pressi della parrocchia, hanno consentito di identificare uno dei responsabili e, successivamente, a seguito dei riscontri contenuti nella chat di messaggistica contenuta nel suo smartphone hanno identificato anche i due giovani complici. Presso l’abitazione di uno degli autori della bravata, un 37enne del casertano, i carabinieri hanno rinvenuto e sequestrato la bomboletta spray contenente vernice acrilica nera opaca, presumibilmente utilizzata per imbrattare il muro della chiesa.

La denuncia dei responsabili

L’uomo, insieme ai due complici, tra cui una ragazza ed un minore, sono stati denunciati in stato di libertà e dovranno rispondere di deturpamento e imbrattamento di cose altrui in concorso.