MONDRAGONE – “Cuore mio ieri è stata una festa sono venuti tutti i tuoi amici da Roma ti sei fatto amare e tutti hanno pianto anche le pietre”. Con questa frase si apre il messaggio di saluto di Emiliana Ceraldi, sorella di Emilio, il 34enne di Mondragone, deceduto a Roma in seguito ad un incidente in moto.

Il ricordo nel giorno del funerale

Parole sentite e ricolme di amore quelle scritte proprio nel giorno dei funerali avvenuti nella città sul litorale domenica scorsa. “Ci hai distrutti tutti la povera mamma dagli tanta forza. Io ancora non ci credo tutto  surreale nn oso credere ancora ti porterò sempre nel cuore le urla strazianti di mamma  ti toccano dentro la mattina quando mi sveglio sento una solitudine un angoscia faccio fatica ad accettarlo .ti voglio bene frate ti dicevi sorè . Vola in alto tra gli angeli perché aiutavi tutti eri educato buono .veglia su tutti noi ma veglia su mamma che è morta con te e veglia su papà che non sa nulla .ti amo cuore mio rimarrai sempre il nostro fratellino   ♥️il mio sposo il nostro sposo bello”.

L'incidente

Subito dopo l'incidente, Emilio è stato trasferito subito in ospedale, dove per circa tre giorni ha lottato tra la vita e la morte, ma nel pomeriggio di ieri le sue condizioni sono peggiorate ed il suo cuore ha cessato di battere. Nei prossimi giorni la salma del giovane farà rientro nel suo paese natio per l'ultimi saluto dell'intera città. 

Emilio era un ragazzo buono e perbene, stimato dai suoi coetanei che lo ricordano come un amico solare e sempre sorridente. Purtroppo, un brutto incidente gli è stato fatale e l'ha strappato alla vita terrena e all'affetto della sua famiglia.