MONDRAGONE – Si è svolta venerdì 4 agosto nel pomeriggio la visita del sottosegretario on. Vittorio Sgarbi a Mondragone per un sopralluogo sul tratto dell’Appia Antica e per la conferenza dal titolo “Arte, cultura e vino sulla strada più antica d’Italia”.

Prima del convegno al Palazzo Ducale, Sgarbi ha svolto un sopralluogo alle bellezze della città, accompagnato dal sindaco Francesco Lavanga, dal presidente della commissione regionale all’Ambiente Giovanni Zannini e dall’ex ministro Mario Landolfi. Non solo il tratto dell’Appia che ha giudicato in ottimo stato di conservazione, ma anche la basilica dell’Incaldana dove il critico d’arte ha messo però in evidenza il pessimo stato di conservazione degli affreschi della scuola settecentesca napoletana.

La critica più dura è però arrivata quando si è giunti nel criptoportico della villa romana di via Starza, una testimonianza archeologica di grande valore abbandonato tra rovi, erbacce e sporcizia. Sgarbi alla vista del sito ha invitato a spendere un po' di denaro per rivalutare questa testimonianza che potrebbe portare turismo e benefici economici alla città ed ha aggiunto di voler chiamare il proprietario appena tornerà a Roma.

Si è poi svolta la conferenza nel Palazzo Ducale dove oltre a ripercorre la storia dell’Appia si è fatto riferimento all’importanza del patrimonio artistico e archeologico per il rilancio di un territorio e come la candidatura dell’Appia a patrimonio dell’Unesco sia un passo in tal senso.