I fratelli Claudio e Marco Marrandino
I fratelli Claudio e Marco Marrandino

ORTA DI ATELLA / CESA - Agguato in stile camorra messo a segno oggi pomeriggio sul territorio di Orta di Atella. Le indagini avviate dai carabinieri hanno portato ai primi risultati. 

I fratelli Marrandino uccisi sull'Asse Mediano: fermato il killer

I carabinieri della compagnia di Marcianise hanno fermato un operaio di 53 anni ritenuto probabilmente killer o l'autore del duplice omicidio avvenuto oggi a Orta di Atella, nei pressi dell'ingresso della svincolo dell'asse mediano Nola-Villa Literno. Le vittime ricordiamo sono i fratelli Marco e Claudio Marrandino, di 40 e 29 anni, il primo era un avvocato ed il secondo imprenditore. 

Si chiamavano Claudio e Marco Marrandino e avevano 39 e 28 anni i due fratelli uccisi nel primo pomeriggio di oggi in un agguato a Orta di Atella, nei pressi dell'uscita dell'asse mediano di Succivo, in provincia di Caserta. 

L'agguato sull'Asse Mediano
E' la Bmw bianca sulla quale viaggiavano i due fratelli Marrandino 

I carabinieri portano in caserma un operaio 53enne: le vittime sono un avvocato e un imprenditore originari di Cesa

Marco Marrandino era un avvocato. Lui e suo fratello erano a bordo di un suv BMW bianco, quando sono stati raggiunti da un uomo armato che ha fatto fuoco, uccidendo prima Claudio in auto e inseguendo il 39enne avvocato che aveva tentato la fuga, sparandogli alle spalle. 

Sul caso indagano i carabinieri di Caserta, che al momento tendono ad escludere l'ipotesi camorra, anche se il tipo di esecuzione somiglia molto ad un agguato di stampo camorristico. Entrambi incensurati, di buona famiglia e non ritenuti collegati agli ambienti dei clan, i due sono stati uccisi poco prima delle 14 di oggi.

Però pochi minuti fa, i carabinieri hanno fermato un uomo che potrebbero essere l'autore del duplice omicidio avvenuto all'uscita dello svincolo dell'Asse Mediano. Vi terremo aggiornati.