TRAGICO INCIDENTE. Don Maurizio muore mentre va a messa: rogo di sterpaglie sul luogo dello schianto. Era scampato al Covid 3 anni fa

CASAPESENNA / GRAZZANISE – Schianto mortale sulla Provinciale 147: emergono nuovi dettagli e particolari che potrebbero servire a chiarire la dinamica e le cause dell'incidente mortale nel quale ha perso la vita don Maurizio Granara.

Secondo le informazioni in nostro possesso, l'anziano sacerdote, 82 anni, era scampato al Covid dopo essere stato intubato dai medici nel 2020. Ieri, si trovava a bordo di una Fiat 600, si stava recando in chiesa a Francolise per assistere alla messa in occasione della Natività della Beata Vergine Maria, ma nella parrocchia dedicata alla Madonna non è mai arrivato.

È deceduto sul colpo, mentre il conducente dell'auto così come quello della Ford Kuga è rimasto ferito. Ma, tra le cause del violento urto potrebbe esserci stato un incendio di sterpaglie adiacente al luogo dell'incidente che creava non pochi problemi durante l’intervento di soccorso.

I Vigili del Fuoco del Comando provinciale di Caserta sono infatti intervenuti ieri con due squadre (provenienti dai distaccamenti di Mondragone), una ha lavorato per estrarre i feriti dagli abitacoli delle vetture, ridotte a lamiere contorte, la seconda squadra ha provveduto a spegnere il vicino rogo di sterpaglie, circostanza che ha creato problemi alle attività di soccorso. Tra i feriti anche il sacerdote, che è deceduto.