5F981AE79B41078FEDC22D3ABDAFE100
Il blitz dei carabinieri
Il blitz dei carabinieri

CASTEL VOLTURNO - Nelle prime ore del 7 marzo 2024, i carabinieri della Compagnia di Santa Maria Capua Vetere, hanno dato esecuzione ad un’ordinanza applicativa di misure cautelari emessa dal G.I.P. del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, su richiesta di questa Procura della Repubblica, nei confronti di due persone (n. 1 custodia cautelare in carcere e n. 1 agli arresti domiciliari) indagate unitamente ad altre due per la commissione del reato di spaccio di sostanze stupefacenti. 

Scoperta una piazza di spaccio sul Litorale: 2 arresti dei carabinieri

Il provvedimento cautelare costituisce l’esito di un’articolata attività investigativa coordinata da questa Procura della Repubblica e condotta dalla Stazione carabinieri di Grazzanise tra il mese di agosto 2021 ed il mese di settembre 2022 che, attraverso l’installazione di una telecamera nei pressi dei luoghi ove avvenivano le cessioni di droga, l’acquisizione delle dichiarazioni di soggetti acquirenti, servizi di osservazione controllo e pedinamento, perquisizioni e sequestri, ha consentito di: riscontrare l’esistenza di una piazza di spaccio nel comune di Castel Volturno, ed in particolare nei pressi delle abitazioni degli indagati (uno dei quali già agli arresti domiciliari); accertare le responsabilità, a vario titolo, nello spaccio di sostanze stupefacenti in capo agli indagati (1 uomo e 3 donne) nei confronti dei quali sono state contestate decine di episodi di cessioni di droga, prevalentemente cocaina e hashish; eseguire, già nella fase delle indagini, 33 sequestri di droga nei confronti di altrettanti soggetti che avevano acquistato stupefacente dagli indagati. 

Blitz a Castel Volturno
L'operazione antidroga dei carabinieri sul Litorale

Il blitz dei militari dopo un anno di indagini: una persona in carcere l'altra ai domiciliari

In fase di esecuzione, su apposito decreto di questa Procura della Repubblica, i Carabinieri hanno altresì effettuato una serie di perquisizioni nelle abitazioni degli indagati, risultate nella fase delle indagini punti fissi dell’attività di spaccio.

Si precisa che il procedimento è nella fase delle indagini preliminari e gli odierni indagati sono da ritenersi innocenti fino a sentenza definitiva e che le misure cautelari sono state adottate senza il contraddittorio che avverrà innanzi al Giudice che potrà anche valutare l’assenza di ogni forma di responsabilità. Gli indagati sono tutti di Castel Volturno.