CAPUA – Stava viaggiando con un titolo di viaggio irregolare, il trentunenne nigeriano che nel pomeriggio di ieri è stato sorpreso dal capotreno sulla corsa della linea ferroviaria suburbana Piedimonte Matese – Napoli, quando all’altezza della fermata di Caiazzo ha cominciato ad aggredire con calci, pugni e morsi sia quest’ultimo che il macchinista addetto alla corsa.

Alla fermata della Stazione Alifana di Sant’Angelo in Formis, frazione del comune di Capua, però, ha trovato ad attenderlo i Carabinieri della locale Compagnia nel frattempo allertati dal capotreno, che lo hanno bloccato e identificato.

Le vittime sono state soccorse da personale del 118 fatto intervenire sul posto, dove sono state riscontrate affette da contusioni e ferite lacero contuse.

Il nigeriano, regolare sul territorio nazionale e residente in provincia di Caserta, è stato denunciato in stato di libertà e dovrà rispondere di violenza a incaricato di pubblico servizio e interruzione pubblico servizio.