5F981AE79B41078FEDC22D3ABDAFE100

CAPUA - Il consiglio comunale, o meglio la maggioranza di esso, ha approvato la proposta di bilancio di previsione finanziario 2024 – 2026. La minoranza ha votato no alla proposta; “un bilancio senz’anima  - lo definisce Fernando Brogna – consigliere comunale di minoranza - quello presentato e approvato dalla maggioranza con un’amarissima sorpresa per i cittadini di Capua e di S. Angelo in Formis”. 

Aumenta la Tari

La sorpresa a cui fa riferimento il consigliere Brogna è l’aumento della spesa per la TARI, destinata a finanziare i costi del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti, a carico dell'utilizzatore. “L’Amministrazione comunale ha approvato la bozza di bilancio di previsione finanziario, che prevede, udite – udite, l’aumento di ben 450.000,00 € per la TARI, la tassa che sostanzialmente riguarda il costo della raccolta dei rifiuti, servizio questo che ad oggi è ancora da definire mediocre. La loro ricetta prevede di aumentare le tasse; nulla è stato fatto per evitare il salasso ai cittadini. 

municipio

Contratto sconosciuto

Il sindaco Villani o meglio l’assessore preposto, non hanno ancora spiegato bene cosa prevede questo nuovo contratto della raccolta e gestione dei rifiuti; quali saranno i vantaggi per i cittadini rispetto al vecchio capitolato; se esistono eventuali sistemi premiali per chi differenzia di più o meglio, anche al fine di una sensibilizzazione verso una corretta raccolta. Assistiamo solo alla visione di fotografie che mostrano qualche sfalcio d’erba o il passaggio della spazzolatrice, con tanto di ringraziamenti devoti per grazia ricevuta”. Così Brogna.