LITORALE DOMIZIO – Spariti 20.000 capi su 87.000 in cinque anni tra i comuni di Cancello ed Arnone, Castel Volturno, Grazzianise e Santa Maria la Fossa. E’ questo uno dei dati preoccupanti annunciati da Enrico Migliaccio, presidente di RIS Bufala, l’Ente di tutela e ricerca del patrimonio genetico della Bufala Mediterranea riconosciuto dal Ministero, che ha presieduto uno dei webinar rientranti nel percorso del Forum per il Piano Partecipato. Questi interventi, sostenuti dai comitati degli allevatori, hanno lo scopo non solo di approfondire, ma anche di diffondere le problematiche della crisi che sta colpendo l’intero comparto bufalino.

“Nello stesso periodo – continua Migliaccio – sono sparite 115 aziende. Ci troviamo di fronte ad una vera e propria vertenza economica al pari di una grande azienda che chiude i battenti, in più in un’area con grandi problemi occupazionali”.

IL VIDEO COMPLETO